IN EVIDENZA

display face id

Cos’è la tecnologia face ID e come si usa?

Cos’è la tecnologia face ID e come si usa?

Tecnologia face ID, non si usa solo per sbloccare gli Iphone e gli Ipad

La tecnologia face ID è nota soprattutto come sistema per sbloccare in particolare gli Iphone e gli Ipad ma le sue applicazioni e il come si usa sono decisamente più ampie e racchiudono possibilità tutte da esplorare per l’intera società.

Come si usa ora la tecnologia face ID dà già la possibilità di inserirla in diversi ambiti, dalla sicurezza alla sanità, settore che comunque col Covid ha visto una profonda evoluzione tecnologica in genere, sino ad altri più commerciali.

Può essere infatti sfruttata dalla pubblicità e dal marketing, con applicazioni che magari al momento, per come si usa, non vediamo ma che non tarderanno ad arrivare. La tecnologia ID face è già molto utilizzata nel mondo della sicurezza, per esempio, sia contro i ladri che per usi della Polizia.

Come per tante tematiche relative all’informatica e ai dati, c’è parecchio timore, tra chi usa la tecnologia face ID, per la sicurezza degli stessi. Si temono infatti furti, dalla possibilità di sbloccare in modo fraudolento un Iphone all’impossessarsi addirittura di conti bancari.

Chi lavora alla tecnologia ID face si sta impegnando per renderla il più inviolabile possibile, anche se già oggi per esempio il rischio che una persona che assomiglia al proprietario di un Iphone lo sblocchi è piccolo.

Definizione di tecnologia face ID: cos’è e dove si usa

Ma come si usa la tecnologia face ID e soprattutto cosa è? Essa rientra nella sicurezza biometrica, assieme al riconoscimento della voce, a quello delle impronte digitali e quello della retina o dell’iride. Permette di riconoscere le persone tramite il riconoscimento del viso.

Si usa in vari ambiti. I più noti sono appunto quelli relativi allo sblocco dei telefoni, implementati in particolar modo sugli Iphone. In caso di furto del telefono, difficilmente il ladro può rubare, grazie alla tecnologia face ID, i dati, perché non può sbloccare il cellulare.

Le forze dell’ordine usano la tecnologia face ID. Le foto segnaletiche possono essere confrontate con gli archivi di immagini di persone che sono già state arrestate o sono ricercate, inutile dire quanto può essere utile anche in caso di scomparsi.

Per gli agenti è utile anche per scattare foto ai pedoni, per esempio. La tecnologia face ID si usa anche nelle operazioni di controllo presso aeroporti o confini, velocizzando di parecchio i processi, ottimizzando i tempi per ciascuno.

Grazie al riconoscimento facciale, ci si può accorgere se in un negozio entra una persona che si è già macchiata di furti, per esempio, aumentando così la sicurezza e permettendo di bloccarla, si spera, in tempo.

La tecnologia face ID può essere usata anche al posto della password, come nei controlli bancari. Addirittura qualcuno ipotizza che un domani essa possa determinare la fine dell’esistenza di carte di credito e di debito. E se un hacker ruba dei dati, anche dei conti, non può accedervi se funzionano col riconoscimento facciale.

È possibile grazie alla tecnologia face ID controllare gli accessi per esempio di lavoratori o studenti in aree protette delle aziende o delle scuole. Il badge può infatti scattare tramite il riconoscimento facciale, grazie a dei database che possono verificare le identità.

Addirittura nel mondo del gioco d’azzardo le persone dipendenti possono essere identificate, in modo da essere fermate prima che mettano sul piatto somme ingenti. E le case automobilistiche vorrebbero usare la tecnologia face ID al posto delle chiavi,

Se questi utilizzi della tecnologia face ID sono più o meno legati tutti alla sicurezza, anche settori come marketing e pubblicità stanno studiando come poterla implementare a loro vantaggio. Al momento viene impiegata per analizzare, tramite l’espressione, la reazione dei consumatori.

Lo ha fatto un’azienda per vedere come veniva accolta la propria pizza, lo stesso ha messo in campo un media, che vedeva come le persone reagivano agli articoli pubblicati. In questo modo è possibile migliorare l’esperienza utente, capendo che cosa piace.

Anche il mondo sanitario sta capendo come può usare il riconoscimento facciale, per accedere in modo rapido e sicuro alle cartelle dei pazienti ma pure per accorgersi di loro reazioni di dolore e per determinare malattie. E serve anche per vedere che medicamenti vengono assunti.

Come si usa la tecnologia face ID?

Ma come si usa la tecnologia face ID? La telecamera del dispositivo rileva il volto della persona, se essa guarda nella direzione giusta, anche in mezzo ad altre persone. L’immagine viene quindi catturata e analizzata, nella maggior parte dei casi in 2D, perché rende più semplice il confronto.

In particolare sono importanti, per la tecnologia face ID, dettagli come la distanza fra gli occhi, la profondità delle orbite, la distanza tra la fronte e il mento, la forma degli zigomi e il contorno di labbra, occhi e mento, che permettono di distinguere i visi e paragonare l’immagine ad altre.

Le informazioni analogiche prese dalla foto vengono trasformate in informazioni digitali che possono essere usate dalla tecnologia. In pratica divengono un codice matematico. A questo punto vengono paragonate a altre foto di una database.

Se Face ID non funziona. Accorgimenti prima di chiamare un tecnico

Come detto, gli Iphone per sbloccarsi usano la tecnologia face ID. E se non funziona e il cellulare resta bloccato, sono problemi. Prima di contattare un tecnico, ci sono alcuni tentativi da fare. Per esempio, il sistema operativo iOS 12 migliora il funzionamento del riconoscimento, dunque è funzionale installare l’ultima versione.

Se il riconoscimento ID non va, spesso è bloccato da alcune impostazioni. Anche la fotocamera del dispositivo, colei che di fatto prende l’immagine, deve essere apposto: la si controlli, comprese polvere e ditate.

Se proprio non si ottiene nulla, si può disabilitare e attivare la funzione Face ID, o addirittura configurarlo di nuovo. L’ultima ratio è il ritorno alle configurazioni di fabbrica, ripristinando di fatto il sistema operativo. Ma attenzione che questa operazione fa perdere tutti i dati!

 Pro e contro della tecnologia face ID e di come si usa

Ma molti scettici della tecnologia si chiedono se face ID sia sicuro. A qualcuno non piace l’idea che il sistema parta dalla foto registrata ma che poi la aggiorni man mano, per averla sempre recente: vedono un metodo per impossessarsi dei dati da parte di Apple.

Va detto che il fatto di sbloccare un telefono col riconoscimento facciale fa sì che nessun altro oltre al proprietario possa farlo, dunque è una protezione. E difficilmente si può ingannare il dispositivo, tranne in casi di gemelli identici o bambini sotto i 13 anni. Ma sono casi di cui tener conto.

Per chi teme che qualcuno, magari il partner, sblocchi il dispositivo mentre dorme, contro la propria volontà, si pensi che la tecnologia face ID funziona solo con foto con gli occhi aperti.

Oramai Apple sembra comunque orientata a usare il riconoscimento facciale per sempre più funzioni, anche se può essere ancora disabilitato e si può scegliere di avere un sistema di sblocco più tradizionale.

Però anche gli scettici dovranno arrendersi e capire come si usa. Per prima cosa, Face ID va configurato, in modo da impostare la propria foto. Poi, una volta salvata, quando si sbloccherà l’Iphone o l’Ipad, si guarda verso il dispositivo che fa la foto e la riconosce.

Un campo di applicazione può essere quello degli acquisti eseguiti online, in cui si associa a un viso una o più carte di credito. A sempre più app è possibile accedere grazie alla tecnologia face ID e la utilizzano pure colossi come Facebook. McDonalds, Google, Snapchat.

Quali sono i vantaggi dell’usare una tecnologia come quella face ID? La sicurezza aumenta. Oltre a non permettere a nessuno se non al proprietario di sbloccare dispositivi e conti, aiuta a contenere il crimine e a prevenire errori come arresti o perquisizioni non giustificati.

Con la tecnologia face ID si guadagna tempo, dato che i processi sono più rapidi, si pensi agli aeroporti. La rapidità dell’elaborazione dei dati stessi aumenta ancora una volta la sicurezza, per esempio per le aziende confrontate con hacker.

I contro sono il fatto di cedere le proprie immagini alla tecnologia, una paura di chi teme una sorveglianza di massa, con l’archiviazione delle proprie foto e la violazione della privacy. Qualche errore ovviamente può esserci, come in ogni tecnologia.

Noi di OsaTech siamo a vostra disposizione per domande, per implementare sistemi che si basano sulla tecnologia face ID e spiegarvi come si usa e vi assistiamo anche da remoto.

 

Prodotti in evidenza:

Carrello
Torna su