IN EVIDENZA

I giochi online sono la nuova realtà?

I giochi online sono la nuova realtà?

Dai videogames con cui siamo cresciuti ad altro

Se si dice videogiochi, a che cosa si pensa? Le generazioni nate a partire dalla metà degli anni ’80 in poi sono cresciute a suon di Nintendo. Chi non ricorda, per esempio, il mitico Super Mario, gioco che coinvolgeva tutti?

I pomeriggi passati a contendersi il joystick, a fare a turni, sono episodi che appartengono a tutti, per molti sono parte della quotidianità. Sport, giochi a cui sfidarsi, interi tornei svolti interamente alla Play Station o alla consolle: quante serate avete trascorso così, con pizza e birra?

Probabilmente in periodo di Coronavirus sono momenti che mancano. D’altro canto, la tecnologia è andata ben oltre, permettendo delle evoluzione che fanno giocare direttamente dal proprio salotto, interagendo a distanza con amici ed anche con sconosciuti.

I giochi online, nuova frontiera dei videogiochi, infatti, ricalcano la filosofia tanto cara ai social di connettere persone che si trovano anche a grande distanza attraverso un dispositivo, che sia un pc o un cellulare, condividendo esperienze. Sui social, post e stories, qui giochi.

E così si può passare dallo sfidare i propri amici, in un cerchio “chiuso”, al giocare contro persone che stanno dall’altra parte del mondo, in partite sempre più avvincenti. La tecnologia lavora per far sì che le esperienze di gioco siano sempre più piacevoli e coinvolgenti, dunque invitano a giocare più a lungo.

Naturalmente, il settore dei casinò e del gioco d’azzardo non è estraneo a questo fenomeno ma anzi ne sta traendo un enorme beneficio, con crescite importanti. Una panacea in epoche di chiusure forzate.

La tecnologia al servizio dei giochi online

Chi crea giochi online sta mettendo in campo tutte le innovazioni per rendere sempre più realistiche e coinvolgenti le varie partite. Che tecniche usano? Svariate, a partire da realtà virtuale e realtà aumentata, sino ad arrivare alla geolocalizzazione e all’intelligenza artificiale.

Tutti sistemi per rendere maggiore il realismo del gioco, tanto da far credere davvero di trovarsi nel mondo dello schermo, creato in 3D. Addirittura, si utilizzano sovente occhiali speciali detti visori e, talvolta, anche di guanti che simulano e riproducono le sensazioni visive, sonore e di tatto.

Realtà aumentata e realtà virtuale nei videogiochi

Apparentemente, realtà aumentata e realtà virtuale potrebbero sembrare sinonimi. In realtà non lo sono, anche se appunto il loro scopo è far diventare sempre più simile alla realtà il gioco.

La realtà aumentata è definibile come l’arricchimento della percezione sensoriale grazie a informazioni, che vengono spesso manipolate elettronicamente, che non sarebbe possibile percepire solo coi cinque sensi.

Alcuni esempi? La chirurgia robotica a distanza che ha cambiato le tecniche di molte operazioni, il cellulare che, una volta puntato in una direzione, permette di visionare l’intera città, persino il cruscotto dell’automobile.

In essa, tutto l’ambiente circostante è simulato. Nel mondo lavorativo, si definisce come un metodo visivo, altamente interattivo, di presentare informazioni digitali rilevanti nel contesto dell’ambiente fisico, connettendo i dipendenti e migliorando i risultati aziendali.

La realtà virtuale invece aggiunge elementi grafici e informazioni all’ambiente reale. Essa virtuale proietta l’utente in qualsiasi luogo, permettendogli di vivere avventure ed esperienze in prima persona, abbattendo le barriere geografiche e simulando qualsiasi ambientazione.

Come vengono utilizzate nei videogiochi e nei giochi online? Parlando di realtà aumentata, pensiamo a Pokemon Go, dove si dovevano cercare i personaggi del cartone nel mondo reale: ci si muoveva in essi per avere i premi dati dal mondo virtuale.

Per giocare tramite realtà virtuale spesso si usano visori particolari. L’uscita della Play Station 5 viene vista come un punto di svolta dell’utilizzo di questa tecnologia nel mondo dei games. Il suo scopo è creare dei mondi che sembrino reali, per esempio dei casinò.

E più il mondo pare reale e coinvolgente, più emoziona i giocatori, ancorandoli al gioco, facendo venir loro voglia di proseguire.  La realtà virtuale basa il suo successo sul ricostruire in maniera molto fedele alcune atmosfere, per dare un’esperienza molto immersiva.

Tramite essa riusciamo a vedere i nostri avversari di gioco, i nostri sfidanti riprodotti in maniera molto dettagliata. Il che non può che far aumentare il coinvolgimento, dunque la volontà di giocare ancora e ancora.

Il ruolo dell’intelligenza artificiale nei giochi online

Da non trascurare anche il ruolo dell’intelligenza artificiale. Essa altro non è che un ramo dell’informatica che permette la programmazione e progettazione di sistemi sia hardware che software che permettono di dotare le macchine di determinate caratteristiche.

Esse sono vicine a quelle tipicamente umane quali, ad esempio, le percezioni visive, spazio-temporali e decisionali. Nei videogiochi il suo ruolo è quello di renderlo sempre più interattivo, fornendo delle esperienze calibrate su ciò che si desidera.

Infatti, come i social ci propongono un feed creato quasi ad hoc per le nostre preferenze, anche l’intelligenza artificiale capirà, attraverso le abitudini di gioco, che cosa piace ad ogni singolo utente e crea via via una realtà di gioco che lo soddisfi e lo spinga a proseguire.

Oltre che a contribuire a aumentare il realismo, l’intelligenza artificiale incrementa anche la sicurezza dei giochi online. I software intelligenti analizzano i modelli di truffa più utilizzati, in modo da poterli riconoscere tempestivamente ed escluderli subito, prevenendo frodi.

Sono loro a permettere alle piattaforme di gioco di poter creare delle chat per dare una mano ai giocatori, soprattutto a quelli di primo pelo, che hanno bisogno di aiuto, per spiegare loro i vari passaggi o i funzionamenti.

La rivoluzione dei casinò, che ora diventano casinò live

Dunque, i giochi online sono il futuro? Sicuramente sì. Ne è passata di acqua sotto i ponti da quando si giocava tutti assieme alla Play Station, ma quegli anni hanno sicuramente aperto la strada alla realtà che viviamo oggi.

Se il primo videogame fu un complesso sistema di otto valvole termoelettriche che doveva simulare il lancio di un missile verso un bersaglio, negli anni ’50, adesso sfidarsi con persone che si trovano dall’altra parte del mondo dal proprio pc è la normalità.

A avvantaggiarsi di queste nuove caratteristiche sono i casinò. Come potevano infatti mancare nella rivoluzione dei videogames? D’azzardo online si gioca da tempo: roulette, black jack, tanto per citare alcuni giochi.

Ma adesso non si usano più le macchinette o si simulano partite online, bensì lo si fa collegandosi attraverso pc o smartphone con chi gioca fisicamente. È la realtà dei casinò live, che si distinguono dai giochi d’azzardo online.

La sala giochi esiste davvero. C’è il croupier. C’è l’atmosfera. Il giocatore, pur non trovandosi fisicamente sul luogo, si collega (pensiamo ai sistemi da remoto, a partire da Skype e Zoom o da vari programmi) e interagisce tramite per esempio chat o pulsanti.

Gli appassionati sono entusiasti di questa modalità. Sostengono che giocare ai casinò live sia molto simile che farlo al casinò. Non è difficile dunque pensare come il futuro del gioco d’azzardo possa essere quello dei casinò live.

Non solo la pandemia ci sta abituando a svolgere sempre più attività da casa, ma secondo molti anche quando si potrà di nuovo uscire, si preferirà fare tutto dal divano.

Ed è ipotizzabile che diverse persone optino per un casinò live dove poter giocare senza dover essere visti fisicamente sul luogo. Inutile dire che per quanto fantastiche dal punto di vista tecnologico le innovazioni spingono per creare abitudine e nei casi peggiori far cedere nella dipendenza.

Noi di OsaTech siamo pronti a darvi una mano per comprendere il nuovo mondo, tra realtà aumentata, intelligenza artificiale, realtà virtuale, che comanda i nuovi giochi online. Vi assistiamo anche da remoto!

Prodotti in evidenza:

Carrello
Torna su