IN EVIDENZA

Foto cancellate da Instagram, come recuperarle?

Foto cancellate da Instagram, come recuperarle?

Instagram, non solo più social per immagini ma molto di più

Instagram è uno dei social più usati degli ultimi anni, anche se l’avvento di Tik Tok ha messo un po’ di apprensione ai proprietari di Instagram, che per la cronaca sono gli stessi di Facebook e di WhatsApp.

Se Facebook era in voga qualche anno fa, in molti ultimamente, soprattutto i più giovani, si sono spostati su Instagram. Inizialmente si trattava di una social puramente visivo, dove pubblicare solo foto ma col tempo si è evoluto.

Sono sempre più le persone che lo utilizzano per portare contenuti che vadano al di là della semplice foto, che ha comunque la sua importanza. A proposito, se vuoi usarlo in modo strategico, noi di Osatech ci occupiamo del tuo profilo o di insegnarti a usarlo al meglio.

Tra l’altro, sono state recentemente divulgate nuove informazioni su come funzionano gli algoritmi, su quali funzioni (principalmente, le stories) servano per fidelizzare il pubblico già presente e quali (i reels, nati inizialmente per contrastare Tik Tok) per trovare nuovi followers.

Non tutti vedranno le nostre foto, è stato accertato. Insomma, le strategie per primeggiare su Instagram non si contano più. Ma che cosa succede se per sbaglio perdiamo una foto pubblicata e vogliamo recuperarla?

Cosa fare se per caso si cancella una foto da Instagram?

Capita più spesso di quanto si pensi. Per un errore, perché magari ci si pente di un post appena pubblicato e dunque si sceglie di cancellarlo. Perché quella foto non piace più o non ci si riconosce nel messaggio lanciato.

A volte però non si trova più quella foto che è collegata a un ricordo e si cerca di recuperarla da Instagram, anche se si è scelto di cancellarla. Oppure si potrebbe aver disabilitato il profilo per svariati motivi, dimenticandosi di salvare le foto.

Vi sono anche molti casi in cui purtroppo non è una scelta dell’utente stesso, che è vittima di hacking. Qualcuno si impossessa infatti del suo account e vi penetra, prendendosi le informazioni importanti. Molte truffe nascono così: è il caso, ricordatevi, di stipulare un’assicurazione contro i reati informatici!

Quando si cancella per sbaglio, o per qualsiasi motivo, un documento, che sia una foto o qualsiasi cosa, dal pc, solitamente esso finisce nella sezione “Cestino” e può essere recuperato anche dopo molto tempo, se non si è impostato uno svuotamento del “Cestino” stesso periodico.

Lo stesso vale per le email: vanno a finire nel “Cestino” e possono essere recuperate abbastanza agevolmente. Quel che bisognerebbe sempre ricordare, ad ogni modo, è che è fondamentale eseguire dei backup per salvaguardare i dati.

Per Instagram invece il discorso è completamente diverso. Ovvero, la funzione “Cestino” non esiste. Quindi, se si cancella, non si può andare a recuperare il contenuto. Non è impossibile farlo, ma non basta andare sul “Cestino”.

Su Instagram non c’è il “Cestino” ma con “Eliminati di recente” si recuperano i contenuti per 30 giorni

Al posto del “Cestino” Instagram ha la funzione “Eliminati di recente”, il che significa che vengono tenuti in una sorta di zona grigia, dove sono recuperabili, tutti i contenuti pubblicati in qualsiasi sezione (dunque, che siano post o reel, per esempio), se cancellati da meno di trenta giorni.

Le stories, è noto, sono visibili dai followers per 24 ore. Chi invece le crea le può avere in archivio ma deve aver attivato la funzione di archiviazione delle storie stesse. Con questa funzionante, è possibile recuperarle per 30 giorni, come i contenuti.

Instagram viene usato solitamente da cellulare. Bisogna tenere conto che recuperare foto perse non è evidente ma è fattibile solamente dal telefono, sia esso Android o iOS, non importa, ma non è possibile farlo da pc.

Foto persa da Instagram, potrebbe essere sul cellulare? Sì, ecco dove

Quando si perde una foto da Instagram, il primo luogo dove cercarla, se non è nella “Galleria” del cellulare oppure su un dispositivo come una chiavetta USB, è proprio il cellulare. Infatti quando si carica una foto su Instagram dal telefono essa viene solitamente salvata anche nello stesso.

Di sicuro vengono salvate in una cartella separata per chi usa Android. Quindi, per prima cosa è consigliabile andare a cercarle nei propri file, nella categoria “Fotografie” e “Foto Instagram”. Anche app di fotoritocco, come VSCO, Priime, Snapseed, se usati, salvano una copia.

Chi invece usa iOS, le foto si possono ritrovare nell’app “Foto” direttamente dalla schermata, in “Album” e “Eliminati di recente” e a questo punto si sceglie “Ripristina”. Se si usano le app di fotoritocco citate prima, o altre (ve ne sono una marea), il cellulare non le salva.

Se i post sono archiviati su Instagram, si possono recuperare le foto

Tornando al concetto che su Instagram non esiste il Cestino”, è basilare sapere che vi è la funzione di archiviazione dei post. Essa è una sezione dove si possono inserire post e contenuti da mantenere privati, dunque non mostrati ai propri followers.

È possibile anche “spostare” un contenuto dal feed (ovvero, la schermata che appare quando qualcuno va a visitare il profilo di un utente o di un’azienda, composto dall’insieme dei contenuti) alla sezione “Archivio.

Da qui, i post, con tanto di “Mi piace” e commenti, possono essere recuperati e ripristinati (rimessi dunque nel feed), con la possibilità quindi di riavere le foto che si pensava fossero andare perse. Bisogna però essere certi di aver solo archiviato il contenuto e di non averlo eliminato.

Come recuperarlo, se è archiviato? Dal proprio account, si cerca l’ìcona con l’immagine dell’orologio. Dopo aver selezionato “Archivio”, con il tasto dei tre puntini si sceglie il contenuto da ripristinare.

Si apriranno una serie di opzioni possibili, quella che si deve scegliere è “Visualizza sulla pagina”, a quel punto il contenuto tornerà a essere visibile nel feed. Se quando si elimina un post poi si corre il rischio di voler recuperare le immagini, è bene archiviare e non cancellare i contenuti.

Ci sono dei software che permettono di recuperare le foto cancellate da Instagram

Un’altra possibile opzione per recuperare le proprie foto cancellate da Instagram è tramite dei software. Anche qui la scelta è ampia, da DiskDigger a Aiseesoft, da Wondershare a EaseUs sino a Stellar e iMyPhone.

Ciascuno ha le sue caratteristiche, quasi tutti hanno versioni per Android e per iOS, ognuno recupera più facilmente delle tipologie di dati rispetto ad altre. Il software forse più utilizzato è però Photo Recovry Software.

Come si fa a utlizzarlo? Si scarica prima di tutto il programma sul proprio pc. Una volta avviato il software, dovrebbero venir mostrati i contenuti che possono essere recuperati: foto, video o audio. Si seleziona ciò che si vuole riavere e si fa clic su “Ripristina”. Con questi passaggi, il contenuto, in genere la foto, dovrebbe essere trasferito nella cartella indicata.

Altre possibilità: dati Instagram scaricati o backup con Google Foto

Nel caso in cui si siano scaricati i propri dati Instagram, si potrà usare anche un altro metodo per riavere ciò che si ha inavvertitamente cancellato. Infatti nel file scaricato dovrebbe essere presente l’intera cronologia di quanto fatto sul social.

Se invece si è provveduto a creare un file di backup attraverso Google Foto, si può agire nel seguente modo: toccare la barra dei menu sul profilo, scegliere l’icona “Impostazioni”, quindi selezionare “Account”.

Si passa a “Foto originali” in caso di iOS o “Post originali” per dispositivi Android. Queste funzioni, una volta attivate, faranno eseguire il backup delle foto sul telefono anche quando vengono eliminate.

Non è invece al momento possibile recuperare delle foto che sono state inviate attraverso dei messaggi privati (i direct) su Instagram e poi cancellate. Insomma, i metodi ci sono, anche se non proprio per riavere tutto.

E se proprio non funziona nulla e tenete tantissimo alla foto persa, si può andare per vie giudiziarie, dato che quanto viene pubblicato da chi è iscritto al social viene conservato dai proprietari del social stesso in uno speciale database. Ma ci vuole tempo e non è facile.

Noi di OsaTech siamo qui pronti a darvi una mano, applicando per voi i processi di cui abbiamo parlato, oltre che per aiutarvi a ottimizzare il profilo Instagram. Siamo a disposizione anche da remoto.

Prodotti in evidenza:

Carrello
Torna su