IN EVIDENZA

condizionatori aria esterna recensioni

Condizionatori d’aria esterna: Opinioni dei tecnici Osatech (Recensione)

Ascolta

Condizionatori d’aria esterna: Opinioni dei tecnici Osatech (Recensione)

condizionatori aria esterna recensioni

Se stai cercando opinioni sui condizionatori d’aria esterna, in questo articolo puoi leggere le recensioni dei tecnici di Osatech, azienda specializzata in soluzioni informatiche, sicurezza e nuove tecnologie dentro e fuori la rete.

Siamo sempre disponibili ad aiutare chiunque lo desideri a comprendere meglio le proprie scelte, motivate da esigenze, preferenze, o anche da ciò che obiettivamente è più conveniente.

In questo caso parliamo di split senza motore esterno, ovvero di climatizzatori che possono essere installati senza fare modifiche strutturali né grandi opere murarie, anche negli ambienti più piccoli. Sono sistemi d’aria condizionata noti per essere comodi, poco ingombranti e per non consumare molto.

Ma è davvero tutto oro quel che riluce? Lo vediamo insieme per capire se questo tipo di condizionatore può fare al caso tuo, e quali dettagli è bene conoscere.

Come funzionano i condizionatori senza unità esterna

Prima di valutare l’acquisto di un condizionatore senza unità esterna cerchiamo di capire come funziona, perché non possiamo farci un’opinione solo facendone una questione di buona soluzione per i problemi di spazio. Può essere un fattore importante, ma uno tra i tanti altri da valutare.

L’acquisto di un condizionatore richiede un investimento, che sia più o meno impegnativo, è pur sempre un costo che dobbiamo affrontare con i giusti crismi.

I condizionatori senza unità esterna sono un tipo di sistema di climatizzazione che combina in un solo “corpo” le diverse funzioni di raffreddamento, riscaldamento e circolazione dell’aria.

Ma come si raffredda l’aria, qual è il meccanismo alla base di questo tipo di impianto?

I climatizzatori senza unità esterna integrano il motore all’interno dello split che si trova dentro l’abitazione. Non c’è un motore esterno, quindi, e l’uscita della condensa verso l’esterno avviene attraverso le bocchette che si inseriscono nel muro.

Tipi di climatizzatori senza unità esterna

Prima di entrare nel dettaglio, vediamo quali sono le tipologie di climatizzatori e le loro caratteristiche peculiari:

  • monosplit (costituiti da una unica unità interna, non richiedono l’installazione di unità esterne)
  • multisplit (adatti a spazi più grandi, come uffici e negozi, possono gestire fino a quattro unità interne senza installare alcuna unità esterna)
    climatizzatori a pompa di calore – i più efficienti dal punto di vista energetico ed ecologico. Non necessitano dell’installazione di un’unità esterna esterna, funzionando attraverso la tecnologia inverter che regola automaticamente la potenza in base alle condizioni ambientali.
  • climatizzatori a pompa di calore – i più efficienti dal punto di vista energetico ed ecologico. Non necessitano dell’installazione di un’unità esterna esterna, funzionando attraverso la tecnologia inverter che regola automaticamente la potenza in base alle condizioni ambientali.
  • modelli fissi (installazione a muro mediante fori)
  • modelli portatili (comodi perché trasportabili da una stanza all’altra)
  • condizionatori dotati di inverter che regola la velocità del motore in funzione della temperatura impostata, per ottimizzare i consumi energetici.

Prima di acquistare un impianto di climatizzazione in base a tutte le valutazione del caso, se ne dovrebbero valutare anche la potenza e la capacità adeguate alla dimensione dell’ambiente da climatizzare.

Da considerare poi che ogni modello di condizionatore senza unità esterna presenta alcune caratteristiche particolari.

Alcuni integrano una tecnologia più sofisticata: controlli remoti e timer programmabili per regolare la temperatura in base alle proprie preferenze, per esempio per funzionare in modalità notturna o in altri momenti della giornata, evitando l’uso del condizionatore quando non occorre. Altri sistemi possono anche consentire il collegamento Wi-Fi per controllarli da remoto tramite smartphone o tablet.

Condizionatori senza unità esterna opinioni

Le nostre opinioni in merito ai condizionatori senza unità esterna poggiano su alcuni pro e contro che, come tecnici, possiamo valutare con cognizione di causa ed esperienza sul campo.

Ascoltando le richieste dei nostri clienti o delle persone che ci scrivono per saperne di più, possiamo stilare alcuni punti a favore della soluzione senza unità esterna rispetto alle tradizionali unità di climatizzazione. Ma avvisare anche di alcune accortezze da osservare, che possono trasformarsi in “contro”, se non opportunamente considerate.

I pro secondo noi del condizionatore senza unità esterna

  • installazione che non richiede modifiche strutturali
  • bassi costi di installazione
  • semplice manutenzione – interventi poco costosi
  • impianti ideali per ambienti piccoli in cui l’installazione di una unità esterna sarebbe costosa e impegnativa.

Questi condizionatori sono molto compatti e non richiedono l’installazione di un’unità esterna separata, ecco perché sono i preferiti per gli ambienti in cui il sistema tradizionale non sarebbe possibile.

Tra gli altri aspetti da considerare in questa disamina dei pro, dobbiamo includere la maggiore silenziosità del dispositivo, essendo le parti meccaniche isolate all’interno della stessa unità; il design compatto degli apparecchi che salva anche l’estetica degli ambienti; la possibilità di variare la posizione, in quanto può essere installato in qualsiasi stanza; la maggiore efficienza energetica, quindi un minor dispendio energetico rispetto ai sistemi con unità esterna.

Aspetti “contro”, da valutare

Come abbiamo visto, gli impianti di climatizzazione senza motore esterno offrono diversi vantaggi per svariate ragioni: perché limitano i rumori all’esterno, semplificano l’installazione ed evitano problemi di lavori “invasivi” sulle facciate di edifici, palazzi storici e condomini.

Sicuramente sono ottime soluzioni per tanti aspetti, ma comunque da valutare anche in base ad altri elementi.

Ecco perché segnaliamo alcune variabili da controllare nelle schede tecniche dei modelli, al momento della consulenza o dell’acquisto:

  • la capacità / potenza di raffreddamento che in questi dispositivi è inferiore a quella dei sistemi con unità esterna, e che potrebbe non essere all’altezza delle proprie aspettative
  • le effettive caratteristiche dell’installazione
  • le caratteristiche – dimensioni dell’apparecchio, potenza e design – in relazione al prezzo (che potrebbe essere superiore rispetto alle proprie aspettative).

Per quanto riguarda il primo punto, è opportuno calcolare con la massima precisione le dimensioni dell’ambiente da climatizzare per accertarsi che il condizionatore sia adeguato in termini di potenza e capacità di raffreddamento.

Per quanto riguarda i prezzi, in linea di massima si aggirano dalle 500 alle 3.000 euro e oltre

Dobbiamo considerare il peso del marchio, la tecnologia, e altri elementi. Ragionevole anche distinguere tra un impianto destinato a lavorare tutto l’anno e quello che, invece, viene usato solo per alcuni periodi e per ambienti più raccolti.

Richiedi un preventivo e sopralluogo gratuiti, se stai valutando di acquistare un condizionatore senza unità esterna, ma non sai ancora come orientarti.

Come installare un condizionatore senza unità esterna

L’installazione di un climatizzatore senza unità esterna è spesso molto più semplice ed economica di quella di un impianto di condizionamento tradizionale perché non richiede grandi manovre per le opere murarie.

Di fatto, un condizionatore di questo tipo ci esonera dal dover integrare l’unità secondaria destinata al motore che si trova all’esterno, solitamente sotto le finestre o sul terrazzo, sostenuta dalle classiche barre di appoggio.

Nel caso di questo condizionatore senza motore esterno, l’installazione è più rapida perché la seconda unità viene sostituita dai fori sulla parete che sostengono lo split e che contengono le bocchette comunicanti con l’esterno per far uscire la condensa.

Ci sono comunque delle accortezze da osservare:

  1. Scegliere una parete comunicante con l’esterno per favorire la fuoriuscita e la ripresa dell’aria.
  2. Fissare il condizionatore alla parete e allacciarlo alla rete elettrica.
  3. Montare i tubi di scarico che verranno fatti defluire in una grondaia o in una vaschetta di plastica da svuotare con regolarità.

È importante scegliere il punto giusto in cui installare il condizionatore perché un sistema di canalizzazione errato va a pesare sui costi di installazione, oltre a diminuire la potenza dei climatizzatori.

Hai bisogno di un aiuto nella scelta del condizionatore senza unità esterna adatto al tuo ambiente? Scrivici o contattaci telefonicamente per richiedere il nostro supporto.

Prodotti in evidenza:

Carrello
Torna su