IN EVIDENZA

cancello automatico

Cancello automatico funzionamento e tipologie

Cancello automatico funzionamento e tipologie

Cosa è un cancello automatico: lo usiamo tutti i giorni!

Cosa è un cancello automatico: lo usiamo tutti i giorni!

Come funziona un cancello automatico? Non sembra necessario soffermarsi su che cosa sia un cancello automatico, dato che probabilmente, senza nemmeno farci caso, se ne vedono a decine ogni giorno: condominiali, residenziali, industriali.

Spesso e volentieri per entrare in casa o nel box dove parcheggiare non si deve nemmeno più scendere dall’auto, ma basta azionare il cancello, che si apre in modo automatico, permettendo di non fare fatica fisica e di non bagnarsi in caso di pioggia.

Una comodità, ma come sovente accade, si danno per scontate innovazioni quali i cancelli automatici. Tanto che probabilmente, pur aprendone uno ogni sera tornando a casa dopo il lavoro, non ci si è mai chiesti come funziona un cancello automatico.

Le parti meccaniche da cui partire per capire come funziona un cancello automatico

Per esempio, esso può essere di diverse tipologie, sostanzialmente a battente o scorrevole, e i due tipi si differenziano per il tipo di apertura ed anche per l’ingombro che portano con sé. Il secondo tipo occupa molto meno spazio, per esempio.

Per far funzionare un cancello automatico servono diverse parti meccaniche, dal motore alla centralina (che come dice il nome è uno degli elementi centrali come importanza), dai pistoni al braccio, dalla fotocellula al telecomando.

Pazzesco, vero, come non ci si è probabilmente mai chiesti come funziona un cancello automatico, nonostante se ne usino spesso? Essi come detto si dividono in residenziali, ovvero pensati per una casa magari mono o bifamiliare, condominiali, per un condominio, e industriali.

La tipologia e il modo in cui funzionano possono essere simili, ma bisogna tener presente che se si parla del cancello automatico di una casa esso andrà aperto poche volte al giorno, che aumentano se si installa un cancello in un condominio. Adesso un cancello automatico funziona con un radiocomando o tramite cellulare.

Per capire come funziona un cancello automatico bisogna spiegare da quali parti è composto. Il cuore è la centralina (o quadro), che riceve i segnali dai sensori e comanda apertura e chiusura, attivando il motore.

Il motore è elettrico, può essere singolo o multiplo ed è responsabile fisicamente di apertura e chiusura. Guida il braccio articolato, il quale apre e chiude il cancello automatico con ante e battenti.

Il funzionamento del cancello è permesso da un pistone che sta all’interno del braccio meccanico. Può essere idraulico, adatto per strutture molto grandi e pesanti, oppure elettromagnetico, perfetto per cancelli più piccoli e leggeri come quelli residenziali.

Altre componenti sono la fotocellula e il telecomando. Facile capire come funzionino: il telecomando, o meglio dire radiocomando, fa partire tutto il sistema del cancello automatico. Esso invia un segnale alla fotocellula.

A questo punto, grazie al dialogo di questa ultima con la centralina, viene comandata l’apertura del cancello. Le ante o l’apertura a scorrimento laterale del cancello automatico iniziano a scorrere sul binario, e il gioco è fatto: l’automobilista può entrare in casa o nel box.

Desidero un cancello automatico… Ecco come funziona e di cosa tener conto

Ecco come funziona un cancello automatico. La fotocellula, grazie a fasci luminosi, ha anche il compito di rendersi conto se ci sono ostacoli, siano essi persone oppure animali (magari un gatto o un cane che attraversano) o oggetti dimenticati.

Alcuni cancelli sono anche a tempo, dopo un determinato lasso di tempo si richiudono da soli. Per far invece chiudere gli altri, si preme di nuovo il tasto del radiocomando una volta compiuta l’operazione di entrare (o uscire).

È possibile installare un cancello automatico da zero oppure automatizzare il proprio. A parte casi in cui si parla di strutture realmente obsolete, è possibile rendere automatico praticamente ogni tipo di cancello.

I cancelli automatici si dividono sostanzialmente in cancelli a battente e cancelli scorrevoli. I primi sono caratterizzati da una o più ante montate su un fulcro, con un funzionamento simile a un aporta qualsiasi. Si aprono infatti verso l’interno (spesso) o verso l’esterno.

Ciò comporta una necessità di avere un ampio spazio per permettere alla o alle ante di aprirsi, solitamente all’interno della proprietà. È uno dei punti fondamentali di cui tener conto quando si sceglie come funzionerà il proprio cancello automatico.

Quelli a scorrimento invece occupano molta meno superficie, poiché si muovono, scorrendo per aprirsi o chiudersi, parallele al divisorio, su un binario che finisce all’interno di una griglia di protezione. È la soluzione ideale dunque per chi ha poco spazio.

Il motore, a sua volta, può essere interrato, in modo da essere più protetto, oppure esterno. Un cancello automatico in condizioni normali funziona con la corrente, ma esso deve essere in grado di aprirsi o chiudersi anche in assenza di corrente, se per esempio c’è un guasto.

È dunque dotato di un dispositivo di sblocco che permette l’apertura manuale, mentre tanti modelli hanno anche inglobata una batteria ricaricabile, da far entrare in azione quando non c’è corrente. E se il radiocomando ha un problema? Si può comandare il cancello con una pulsantiera. Attenzione, non si scordino pulizia e lubrificazione per mantenere funzionante il dispositivo.

Le proposte di OsaTech

Noi di OsaTech offriamo da anni installazioni di cancelli automatici, lavorando con le migliori marche sul mercato, con cancelli a ante, scorrevoli, a bracci o con progetti personalizzati.

Per esempio proponiamo il Came kit cancello scorrevole BX-78 230v, un modello di cancello scorrevole perfetto per le esigenze residenziali. Ha la predisposizione per installare dei fine corsa magnetici, una elettronica con morsettiere, e permette la memorizzazione fino a 250 utenti. Costa 499 franchi, montaggio escluso.
Per applicazioni residenziali e condominiali fino a 2,5 metri offriamo, a un costo leggermente superiore (si parla comunque di meno di 700 franchi, montaggio escluso) il Came kit cancello 2 ante battenti 250 kg AXI 24v , con un motoriduttore con coppia conica per maggiore fluidità di movimento e collegamenti semplici con un cavo unico a tre collegamenti.

Per chi vuole un cancello residenziale fino a 400 chili abbiamo il
Came kit cancello BXV 24v  400KG 8K01MS-003,  che ha un’automazione dotata di encoder anche nella versione rapida. È adatto anche per condomini, come gli altri permette una memorizzazione sino a 250 utenti.

Il Faac kit leader automazione cancello 105633445 ha un ingombro minimo, è ideale per installazione in spazi ridotti, presenta un rivestimento anticorrosione ad alta resistenza agli agenti atmosferici e un Modello CBC con blocco in chiusura. Costa 799 franchi escluso il montaggio.
Il Came kit cancello Frog a battenti interrato 001U1924 è una soluzione a scomparsa per applicazioni residenziali o condominiali Ante fino a 3,5 m e rappresenta l’alternativa invisibile per l’automazione del cancello. Il costo è di 949 franchi escluso il montaggio.
Siamo a vostra disposizione per chiarire i dubbi, assistendovi anche da remoto.

Prodotti in evidenza:

Carrello
Torna su