IN EVIDENZA

differenza climatizzatoere condizionatore

Qual è la differenza tra Climatizzatore e Condizionatore?

Qual è la differenza tra Climatizzatore e Condizionatore?

Una guida che confronta i due apparecchi

differenza climatizzatoere condizionatore

Pensiamo di saperne sempre una più del diavolo, come recita un buon caro vecchio detto, ma a volte ci sfuggono le cose più banali, o ne diamo per scontate altre che invece non conosciamo così bene e non corrispondono al vero.

Per esempio, sapete qual è la differenza tra climatizzatore e condizionatore?

Se chiedete in giro, probabilmente, la maggior parte delle persone vi dirà che i due dispositivi sono la stessa cosa. Eppure, non è così.

Ma soprattutto, la scelta dell’uno o dell’altro può avere significative ripercussioni sulla vivibilità in casa e anche sulle spese in bolletta.

Vediamo, allora,

  • qual è la differenza tra climatizzatore e condizionatore
  • quale dei due conviene installare nel vostro ambiente
  • quali tipi di condizionatori e climatizzatori esistono
  • come valutare l’uno e l’altro
  • come fare per ricevere assistenza se siete ancora indecisi su quale soluzione sia più adatta per voi.

Differenze e somiglianze tra climatizzatore e condizionatore

Entriamo nel vivo delle differenze tra condizionatori e climatizzatori per quanto riguarda la loro tecnologia e il loro funzionamento.

Entrambi nascono con un obiettivo in comune, ovvero modificare l’aria degli ambienti in cui sono collocati, e con lo stesso funzionamento che usa il fluido refrigerante condensato e compresso (secondo le leggi della termodinamica).

Divergono, invece, nella possibilità di controllare la temperatura e di deumidificare l’aria. Inoltre, esistono diverse tipologie all’interno delle categorie di entrambi i dispositivi.

Il Condizionatore in breve

Il condizionatore funziona mediante una ventola che gira secondo una certa velocità immettendo aria nell’ambiente. Permette di raffreddare l’aria attraverso il gas con il quale è alimentato, ma non di impostare una temperatura precisa.

Il Climatizzatore in breve

Il climatizzatore funziona come il condizionatore ma in più permette di:
regolare la temperatura, raffreddare o riscaldare l’ambiente
abbassare il livello di umidità dell’aria
usufruire della funzione di riscaldamento attraverso una pompa di calore.

→ Il climatizzatore funziona anche come deumidificatore.

Non avete ancora le idee chiare su quale dispositivo può fare al caso vostro e volete ricevere un parere da esperti del settore?

Contattateci senza esitare per richiedere una consulenza, sopralluogo e preventivo gratuiti.

Come funziona il Condizionatore

Per capire meglio qual è la differenza tra climatizzatore e condizionatore, dobbiamo entrare nel dettaglio del loro funzionamento.

Vediamo come funziona il condizionatore.

Sempre in estrema sintesi, perché immaginiamo non siate tecnici con l’interesse di entrare nel merito di certi dettagli, il condizionatore funziona attraverso un gas di raffreddamento e una ventola che immette l’aria nell’ambiente a una certa velocità.

Come premesso, tuttavia, il condizionatore vi permette solo di raffreddare l’aria, ma non vi permette di impostare una temperatura precisa, né di gestire il livello di umidità.

Come funziona il Climatizzatore

cimatizzatore

Il climatizzatore, invece, lavora in due modi diversi come sistema di raffreddamento e come sistema di riscaldamento attraverso una pompa di calore.

La caratteristica “ibrida”, o bifunzionale, del climatizzatore ci permette di usarlo sia nelle stagioni calde, per rinfrescare i nostri ambienti, sia nei mesi freddi quando invece vogliamo il tepore che ci avvolge al rientro in casa, o mentre lavoriamo in ufficio.

Inoltre, una caratteristica fondamentale del climatizzatore è quella di garantire la salubrità dell’aria che respiriamo attraverso i suoi filtri, che hanno la funzione di eliminare batteri e cattivi odori.

I diversi tipi di Condizionatori

Esistono diversi tipi di condizionatori, di cui parliamo a breve, che potete scegliere in base alle vostre esigenze ma anche valutando bene i vantaggi dell’uno e dell’altro.
Ad esempio, per alcuni potrebbe essere più indicata la soluzione dei condizionatori senza unità esterna, mentre altri preferiscono le soluzioni classiche dei condizionatori da installare.

Di seguito, vediamo le differenze tra due sistemi di condizionatore:
a freddo e a caldo
on-off e inverter.

Il Condizionatore a freddo e a caldo

Possiamo distinguere il condizionatore in due tipi:

– a freddo o a caldo.

Come è intuibile, i condizionatori a freddo rinfrescano l’ambiente durante le calde giornate della stagione estiva, abbassandone la temperatura.

Al contrario, i condizionatori a caldo si attivano durante le stagioni fredde, in inverno, quando si vuole riscaldare l’aria attraverso la pompa di calore. Il meccanismo funziona prelevando aria calda dall’esterno per rimetterla un circolo all’interno.

Indecisi tra condizionatori e climatizzatori?
Contattateci senza esitare per richiedere una consulenza, sopralluogo e preventivo gratuiti.

Condizionatori on-off e Condizionatori inverter, quale conviene di più per il risparmio energetico?

Oltre a capire qual è la differenza tra climatizzatore e condizionatore, dobbiamo anche fare un’altra distinzione all’interno della categoria dei condizionatori, ossia tra:

  • condizionatori on-off e condizionatori inverter
  • Si tratta di due tecnologie diverse che possono fare una grande differenza di costi in bolletta.

Sì, stiamo proprio parlando del fatidico risparmio energetico che tutti noi cerchiamo quando portiamo in casa o in ufficio dispositivi di questo genere. La loro funzione è senz’altro quella di migliorare la nostra vita, ma sempre con un occhio ben aperto sulle spese da affrontare.

I Condizionatori on-off

Questo tipo di condizionatori costano di meno rispetto a quelli con tecnologia inverter, ma per contro consumano molta energia.

E il motivo è presto detto:

appena li accendiamo, toccano la massima potenza che non possiamo abbassare perché non è regolabile. Quindi, la “macchina gira” fintanto che non la spegniamo. Ma capite bene che una situazione del genere ci fa pagare più soldi per le bollette.

I condizionatori con tecnologia inverter per ridurre le spese in bolletta

Senza dubbio più costosi del primo tipo, ma da preferire per quanto riguarda il risparmio energetico, perché ci permettono di modulare la temperatura all’accensione e di impostarla secondo le nostre preferenze.

Una volta regolata la temperatura, il condizionatore con tecnologia inverter va in modalità risparmio energetico.

Volete sapere il costo di un impianto d’aria condizionata?

Contattateci senza esitare per richiedere una consulenza, sopralluogo e preventivo gratuiti.

Il Climatizzatore per un controllo della temperatura e del tasso di umidità

E ora parliamo del climatizzatore. Cos’ha di caratteristico questo dispositivo?

Be’, anzitutto, come premesso, grazie alla sua pompa di calore ci permette di riscaldare gli ambienti e di controllare la temperatura.

In sintesi, il climatizzatore vi permette di:

  • raffreddare o riscaldare l’ambiente
  • regolare il tasso di umidità attraverso i suoi filtri
  • usarlo come deumidificatore, impostando il livello di umidità

Riassumendo, qual è la differenza tra climatizzatore e condizionatore?

Scegliere un condizionatore o un climatizzatore può cambiare la vivibilità del vostro ambiente. Non è una scelta da fare con leggerezza, sottovalutando tutti gli aspetti di cui abbiamo parlato.

Ricordate, il condizionatore è un impianto diverso dal climatizzatore, che lavora in modo più semplice: funziona come dispositivo per rinfrescare l’aria regolando la velocità, non permette di regolare la temperatura e non funziona come deumidificatore.

il tratto saliente del climatizzatore è la sua doppia natura come sistema di riscaldamento, grazie alla pompa di calore, e come sistema di raffreddamento.

Quindi, attraverso il climatizzatore possiamo sia riscaldare l’ambiente, per mezzo della fuoriuscita di aria calda, sia rinfrescarlo. La sua versatilità lo rende perfetto per ogni stagione.

Altra caratteristica importante sono i filtri: grazie ai filtri possiamo mantenere sempre l’aria pulita giovando all’ambiente, che sarà libero da batteri dannosi per le vie respiratorie. Soprattutto se ci sono bambini in casa o persone con allergie, per loro un dispositivo con i filtri è necessario.

In definitiva, il climatizzatore può sia rinfrescare sia riscaldare l’aria, filtrarla e deumidificarla, impostando la temperatura desiderata.

Inoltre, quando si sta valutando l’acquisto di un climatizzatore o di un condizionatore, bisogna mettere in conto anche queste altre caratteristiche:

  • la valutazione dell’ambiente (dimensione, collocazione, ecc)
  • efficienza energetica
  • potenza espressa in KW)
  • sicuramente, il marchio dell’apparecchio (l’abito non fa il monaco, ma alcune garanzie fanno la differenza).
Carrello
Torna su