IN EVIDENZA

aprire manualmente cancello chiuso

Aprire manualmente un cancello elettrico nel modo più semplice (anche senza corrente)

Ascolta

Aprire manualmente un cancello elettrico nel modo più semplice (anche senza corrente)

aprire manualmente cancello chiuso

Come aprire manualmente un cancello elettrico anche quando manca la corrente e anche senza alcuna conoscenza tecnica?

In qualsiasi momento può capitare un problema che blocca il cancello, un guasto improvviso al motore, che mette fuori uso l’intero impianto elettrico, oppure un black out che fa saltare tutte le connessioni elettriche.

Qualsiasi sia la ragione dell’interruzione, la conseguenza è che il cancello automatico si blocca e smette di funzionare. E questa evenienza non deve tenerci prigionieri in casa, nell’attesa che un intervento tecnico esterno venga a liberarci.

In questo articolo spieghiamo come aprire il cancello automatico anche manualmente, se viene a mancare la corrente elettrica, con due soluzioni molto semplici.

I consigli che ti diamo qui, sono elaborati dai tecnici OsaTech, un team di professionisti che ti offre sempre una prima consulenza gratuita per sbloccare la situazione con risposte affidabili. Scrivici per richiedere il nostro supporto.

I cancelli elettrici

Il cancello elettrico, o automatico, è una grande comodità perché possiamo azionarlo a distanza senza dover scendere dalla macchina.

È dotato di un motore elettrico e dei vari apparati che lo fanno funzionare: fotocellule e sensori che segnalano il passaggio e identificano la presenza di ostacoli che potrebbero causare danni all’impianto.

I cancelli automatici si distinguono in due classi:

● i cancelli automatici scorrevoli con un binario laterale sul quale si apre e chiude il cancello
● i cancelli automatici a battente con una o due ante che ruotano aprendosi verso l’interno.

In ogni caso, a prescindere dalla loro natura la caratteristica di tutti è quella di funzionare grazie alla corrente elettrica che fa aprire e chiudere il cancello rispondendo al segnale inviato da un telecomando, oppure digitando un codice numerico.

Può capitare che il cancello non si chiuda o che si blocchi a metà per cause legate a malfunzionamenti o, appunto, per la mancanza di corrente elettrica.

Cosa fare in questi casi?

Ci teniamo comunque sempre a ripetere che, per motivi di sicurezza, quando ci fosse un guasto di altra natura all’impianto centrale, non dovuto all’assenza fortuita di energia elettrica, è consigliabile richiedere l’intervento dei tecnici che si sono occupati dell’installazione.

Anzi, a questo proposito segnaliamo anche le norme di sicurezza che regolano i cancelli automatici scorrevoli.

Cosa succede se viene a mancare la corrente?

Cosa si fa se viene a mancare la corrente elettrica? Restiamo intrappolati dietro al cancello che non si apre e non si chiude?

Esistono diversi modi per aprire manualmente il cancello elettrico anche senza corrente e telecomando, e in pochi semplici passi:

1. La batteria elettrica di riserva di cui sono dotati i cancelli elettrici più attuali consente il funzionamento anche in caso di mancanza di corrente. Se non fosse in dotazione, in commercio esistono soluzioni per integrare la batteria d’emergenza anche in un secondo momento.
2. La chiavetta nera di plastica con cui aprire il vano motore del cancello. Qualsiasi tipo di cancello elettrico è dotato di una chiavetta di plastica nera con un incavo triangolare che viene lasciata in dotazione al proprietario di casa dal tecnico che si occupa di installarlo.

Questa chiave di sblocco standard serve a sbloccare il cancello automatico quando viene a mancare la corrente elettrica. In pratica, quello che dobbiamo fare è sbloccare il meccanismo che apre il cancello elettricamente.

Come usare la chiavetta per sbloccare il cancello in assenza di corrente

La chiavetta apre la serratura dello sportello dove alloggia il motore. Dopo aver aperto lo sportello, utilizzando la chiave di sblocco, oppure le pinze, all’interno del vano motore si deve cercare una manopola solitamente riconoscibile dal suo colore giallo.

Una volta identificata questa manopola dobbiamo ruotarla in senso antiorario per sbloccare il motore e, finalmente, poter aprire e chiudere il cancello manualmente.

Dopo aver sbloccato il motore, il meccanismo elettrico si blocca e smette di funzionare, compresi i sensori e le fotocellule. Questo accorgimento è necessario non solo per aprire il cancello elettrico manualmente, ma anche per evitare che il motore possa subire sbalzi di corrente.

Se non hai la chiavetta, puoi aprire la serratura dello sportellino con delle pinze a becco piatto. La procedura resta la stessa.

Nota bene: se il cancello bloccato è a battente, devi usare la chiave di ferro (sempre quella lasciata in dotazione), che va inserita in un punto che si trova sopra i bracci meccanici. Anche in questo caso la chiave va poi ruotata all’interno della serratura. Una volta tornata la corrente elettrica, la chiave dovrà essere girata in senso inverso per reimpostare l’apertura automatica del cancello.

Cosa fare dopo che torna la corrente?

È importante ricordare che quando torna l’energia elettrica bisogna riportare la manopola alla sua posizione. Quindi devi ruotarla in senso orario e chiudere lo sportellino del motore di sblocco, altrimenti il sistema elettronico di apertura / chiusura non funziona.

Prodotti in evidenza:

Carrello
Torna su